&description=Next%20stop%3A%20Pinterest" data-pin-do="buttonPin" data-pin-config="none" target="_blank">

Vampiri energetici: come riconoscerli e come difenderti dai “ladri” che rubano la tua energia

Ti è mai capitato di provare un forte senso di ansia e di nervosismo dopo aver parlato con una persona in particolare? O di sentirti di colpo scarico/a e prosciugato/a energeticamente?

Allora vuol dire che hai incontrato un “vampiro energetico”, ossia una persona che non riuscendo a vivere della propria energia e della propria luce ha bisogno di attingere e di “rubare” da quelle altrui.

“Lascia andare le persone che condividono solo lamentele, problemi, storie disastrose, paura e giudizio sugli altri. Se qualcuno cerca un cestino per buttare la sua immondizia, fa’ sì che non sia la tua mente.” (Dalai Lama)

Qual è l’identikit del vampiro energetico?

Il vampiro lo trovi ovunque (al lavoro, in casa, al bar ecc.) e può essere di due tipi.

Il primo tipo è quello che si nutre  della tua energia consapevolmente cercando in tutti i modi di abbassare la tua autostima: non perde occasione di farti sentire sbagliato/a, indegno/a di essere amato/a, infierisce sui tuoi punti deboli e ti ostacola sia con le parole che con le azioni nei tuoi sogni e nei tuoi progetti…  beh, da questa tipologia è davvero bene che tu stia lontano/a senza pensarci troppo!

C’è poi un secondo tipo di vampiro energetico che spesso è inconsapevole dell’effetto devastante  provocato dal suo comportamento. Generalmente non è una persona cattiva o malevola e può trattarsi di chiunque: un collega di lavoro che ti riversa continuamente addosso le sue lamentele e i suoi problemi, un parente troppo invadente che cerca di farti sentire in colpa se non rispondi alle sue continue richieste, un amico che ti tiene ore al telefono per parlarti delle sue continue difficoltà… e chi più ne ha più ne metta!

In ogni caso, si tratta di individui che manipolano gli altri per sopperire  alle proprie insicurezze e fragilità e che in questo modo indeboliscono e rendono vulnerabile l’altra persona in quanto prendono senza dare nulla in cambio.

Sono continuamente depressi o arrabbiati o si sentono  puntualmente vittima di qualcuno o di qualcosa. Inoltre le loro conversazioni ruotano sempre intorno a loro stessi: spesso si tratta di infiniti monologhi pieni di lamentele in cui ti parlano continuamente dei loro problemi mostrandosi totalmente incuranti di come stai tu!

Ogni relazione sana è basata su uno scambio energetico e se questo non avviene puoi sentirti appunto spossato e scarico, prosciugato del tuo ottimismo e della tua serenità/vitalità– in più questo abbassa le tue vibrazioni energetiche e di conseguenza inizi ad attirare ulteriori situazioni e persone che non sono di alcun beneficio per te e la tua vita.

Come riconoscere i vampiri energetici nella tua vita?

Se provi uno o più dei sintomi seguenti vuol dire che hai appena avuto a che fare con un vampiro energetico:

  • Il tuo umore crolla di colpo
  • Ti viene un improvviso mal di testa
  • Sei agitato e a disagio
  • Ti senti triste e affaticato
  • Provi un senso di ansia e di malessere
  • Ti senti in qualche modo deriso o preso di mira
  • Senti l’impulso di allontanarti dalla persona in questione
  • Il tuo corpo è in tensione e la respirazione diventa “corta” e veloce
  • Senti il bisogno di eccedere con i carboidrati o comunque di consolarti con il cibo

Come puoi difenderti dagli “attacchi” dei vampiri energetici? 5 Passi pratici

La regola base è quella di non cercare di guarire i vampiri energetici ma piuttosto di neutralizzarli.

Non cadere vittima dell’idea di essere l’unica loro fonte di benessere: apprezza e riconosci queste persone quando sono al loro meglio, quando dimostrano indipendenza, forza e capacità, anche se queste qualità compaiono solo raramente. Premia i comportamenti sani ma non rinforzare mai le risposte che prosciugano la tua energia.

Ecco 5 semplici passi per proteggerti  dai loro “attacchi” e per neutralizzarli:

1) Se possibile allontanali dalla tua vita. Se si tratta di persone che non puoi evitare riduci la loro frequentazione e quando sei in loro presenza cerca di allontanarti fisicamente, di evitare il contatto visivo prolungato, di voltarti di spalle… meno ti fai coinvolgere meglio è!

2) Impara a dire NO a chi vuole abusare della tua energia: non farti coinvolgere nel loro gioco e stabilisci gentilmente ma con fermezza dei limiti chiari che non devono essere oltrepassati (ad es. scusami ma adesso ho da fare, sono indietro con il lavoro, ho molto da studiare, ho un appuntamento ecc.). Per quanto imbarazzante e scomodo possa sembrarti, questo tuo atteggiamento li spingerà o a migliorare il loro comportamento nei tuoi confronti o ad allontanarsi.

3) Proteggi la tua sensibilità: non confidare i tuoi sentimenti più intimi a chi non sa rispettarli ed evita di parlare dei tuoi sogni e delle tue aspirazioni a chi non è in grado di comprenderli e potrebbe anzi scoraggiarti e buttarti giù in un tuo momento di debolezza.

4) Quando sei in loro presenza non abboccare al loro amo se vieni provocato in qualche modo: rimani calmo, respira profondamente e cerca di mantenere il controllo. Evita di farti coinvolgere in liti o discussioni che potrebbero spingerti a dire impulsivamente cose di cui potresti pentirti e che in seguito potrebbero essere usate a tuo svantaggio.

5) Circondati di persone positive e affidabili, connesse a se stesse e alla propria essenza, che ti siano di supporto e la cui vicinanza ti trasmetta fiducia e tranquillità.

E infine ricordati: il mezzo più potente per difenderti  e proteggerti da qualsiasi tipo di attacco o manipolazione esterna è amare te stesso/a.  Più metti in dubbio il tuo valore, le tue capacità e le tue risorse, più dai modo al vampiro energetico di indebolirti e di “cibarsi” della tua energia.

Non permetterglielo… rimani connesso al tuo vero Sé e nulla potrà toccarti!

***

Chi sono i vampiri energetici nella tua vita?

Quali sono i mezzi che utilizzi per difenderti e proteggerti da loro?

Se ti interessa approfondire l’argomento, fammi sapere :-)

Condividi il tuo pensiero nei commenti qui sotto.

GIULIANA

 ***
Se ti trovi in un momento particolare della tua vita e hai bisogno di un aiuto specifico, posso effettuare per te una Connessione alla tua Guida Interiore o alcune sessioni di Spiritual Coaching. Per maggiori informazioni clicca qui.
&description=Next%20stop%3A%20Pinterest" data-pin-do="buttonPin" data-pin-config="none" target="_blank">


14 thoughts on “Vampiri energetici: come riconoscerli e come difenderti dai “ladri” che rubano la tua energia

  1. si mi è capitato.. il mio ex marito faceva di tutto per farmi sentire sbagliata, vicino a lui ero sempre nervosa, sentivo che c’erano troppe cose, troppe parole che travisavano la realtà quando mi ribellavo e mi arrabbiavo mi diceva “sei troppo nervosa dov’è il problema” un giorno mentre ascoltavo la radio sentii che parlavano proprio dei vampiri energetici, la frase più o meno era questa “esistono i vampiri energetici, sono persone che manipolano le situazioni facendovi sentire sempre sbagliati, l’errore più grande è rimanergli accanto e permettere lorodi proseguire a nutrirsi della vostra energia” ho inteso questa trasmissione come messaggio subliminale, l’ho lasciato ed ho ripreso in mano la mia vita e mi sono riappropriata di quella positività, fede e fiducia nella vita <3

    • E sei stata molto brava Rosina, spesso non è semplice prendere una decisione come la tua. E quando ne sei fuori e vedi le cose alla giusta distanza ti rendi conto che era la soluzione più giusta per te… fosse anche solo per la voglia di vivere che “magicamente” ritrovi :-)

  2. Interessante! Tutti però parlano di “RICONOSCERE” o di “DIFENDERSI” dal vampirismo energetico, ma nessuno spiega come aiutare/curare chi lo pratica, spesso inconsapevolmente….

    • Ciao Samou, grazie per il tuo commento molto acuto 😉 In realtà spesso tutti noi siamo, almeno in parte, vampiri, soprattutto quando ci troviamo in situazioni di stress – mi hai dato un ottimo spunto per scrivere qualcosa in proposito! A presto, Giuliana

  3. Molto bello il tuo articolo! La mia esperienza: vampiro energetico appartenente all’ambito lavorativo. Nonostante e per fortuna ci debba collaborare per solo un paio di mezze giornate a settimana riesce “vomitarmi” addosso tutte le sue ansie, i suoi problemi (se si possono definire tali) e le sue lamentele che non risparmiano nessuno, nè nell’ambito lavorativo nè in quello personale e degli affetti.
    Credo che non lo faccia intenzionalmente, ma solo mossa da una profondo malcontento nei confronti della vita, che ovviamente la ricambia con quello che lei stessa chiede, anche se inconsapevolmente, rispettando la legge dell’attrazione.
    Mi rendo conto che spesso viene mossa da una profonda invidia nei miei confronti perchè ho e sono ( ma non con poca fatica grazie ad un percorso di crescita personale che è iniziato da un paio di anni, ma che ha già cominciato a dare i suoi frutti) tutto quello che lei vorrebbe avere ede essere, e tra le altre cose un’ indipendenza economica data da un lavoro che mi piace fare.
    Spesso lavorare una mezza giornata con lei riesce a far cadere le mie sicurezze, soprattutto nell’ambito lavorativo, con fatica e impegno costruite e non con poca fatica poi riesco a riprendere il controllo e non farmi travolgere dal senso di ansia che riesce a trasmettermi.
    Recentemente ho deciso di adottare la tecnica di costruire intorno a me, quando sono in sua compagnia, una sfera di luce che le rifletta addosso tutte le ansie ed i malumori che cerca di trasmettermi.
    Ho deciso che tutta la fatica fatta per modificare la mia visione della vita in un qualcosa di positivo e di cui non aver paura, non possa essere sprecata per assecondare la paranoie di una persona così negativa e frustrata (anche se all’inizio erroneamente la compativo)…. nè tantomeno ho intenzione di continuare a sprecare energie per riprendermi dai suoi attacchi, mentre potrei utilizzarle per accrescere la mia vita e continuare così il mio percorso.
    Spero che tu, grazie alla tua esperienza, possa darmi qualche ulteriore consiglio per resistere a questo genere di attacchi, che sembrano fatti solo per il puro gusto di piangersi addosso e di incrinare la mia autostima, così faticosamente costruita!!

  4. Salve& complimenti per l articolo che fa riflettere…in questo periodo mi sento più vampirizzata che mai…vivo con un marito bipolare da 10 anni..che ho sempre cercato di sostenere e guarire..e nei momenti difficili tutti mi dicevano di mollarlo altrimenti mi sveglierò un giorno SVUOTATA …non capivo cosa intendessero…ma il tempo è maestro nel farci capire. Attualmente mi sento senza energia, priva del mio ottimismo e progettualità…perdendo pure l interesse per le cose che prima facevo con un immenso piacere…mi ricordo tanto di una affermazione che lui spesso mi faceva: non mi lasciare ti supplico…mi dai un sacco d energia…non vedo l ira che tutto finisca e spero di ritrovarmi di nuovo.

  5. Io sono alle prese da anni con un vampiro energetico. E’ un collega di lavoro. Non si nutre solo della mia energia, ma anche di quella di altre due donne…..e questo non a caso. Non va a cercare di rubare energia dai maschi….con loro non ce la fa. Conosco molti sistemi per neutralizzarlo e l’importante, in casi del genere, e’ aiutare le altre “vittime” a prendere consapevolezza del personaggio che si ha di fronte. Corrisponde a tutte le caratteristiche descritte: narcisista, egocentrico, fa la vittima ma in realtà’ potrebbe calpestare un moribondo, invadente, e soprattutto….dopo qualche mezz’ora in sua presenza senti il bisogno di dormire….la testa ti pesa come un macigno. Ora ho in mente una nuova strategia. Se funziona come penso io poi vi svelo il tutto. Un abbraccio. M.

    • Cara Monia, ringrazio te per il tuo prezioso riscontro. E si, sono proprio curiosa di conoscere la tua nuova strategia… tienici aggiornatai 😉

  6. Grazie Giuliana per l’interessante articolo. Sono una PSA (persona altamente sensibile) e attualmente sono alle prese con ben due vampiri energetici. Con uno, anzi una, di tipo logorroico\drammatico, ci lavoro da 22 anni. Ho imparato a difendermi, ma ultimamente ho probabilmente allentato le difese, perchè mi sono innamorata di un vampiro narcisista. Uno lo gestivo, ma due sono troppi e sto rischiando di soccombere. La teoria la conosco. Ma la pratica è tutta un’altra cosa. Sto cercando un nuovo lavoro, anche se lasciare uno studio di cui sono socia da 17 anni mi dispiace, mentre sul fidanzato la sindrome della crocerossina mi rende difficile staccarmi. Se hai scritto qualche altra cosa che può essermi utile ben vengano. Grazie.

  7. Grazie per il bellissimo articolo, molto interessante. Io mi ritrovo nelle parole di Sara, anche se, dopo un periodo di grande svuotamento (anni davvero difficili!), da poco, anche grazie alla nascita di mio figlio, ho iniziato ad avere una più chiara consapevolezza e sto lavorando ad un allontanamento definitivo. Con tutto ciò che comporta.. Chissá se nel frattempo hai scritto nuovi articoli sull’argomento, li leggerei molto volentieri! :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *